ESERCIZIO 22: IL PERDONO

ESERCIZIO 22: IL PERDONO

Ti senti offeso o arrabbiato con qualcuno? Non lo vuoi vedere per non soffrire?

Le emozioni sono solo una forma di reazione alle esperienze che accadono,
si può scegliere in ogni momento come reagire verso qualcuno o qualcosa,
e questa scelta ha molto a che fare con il nostro modo di vedere la vita.

SMETTILA DI AVERE ASPETTATIVE

Come puoi fare? 
 
L’unica cosa che puoi fare, invece di continuare a odiare ed essere pieno di rabbia,
è riempirti di amore perdonando te stesso e gli altri,
in modo da poter frenare il circolo vizioso dell’odio.

Respingere o dissolvere i risentimenti dal tuo cuore è smettere di armare gli ideali contro le persone,  non è difficile,  ogni mattina chiediti perché verso quella persona ti sei comportato in un modo così sconsiderato, scortese o poco amabile. Ti ha fatto qualcosa che non ti aspettavi??

Smettila di aspettarti qualcosa dagli altri.
Smettila di idealizzarli e di creare un’immagine fissa del loro modo di essere.

La stessa immagine ce la creiamo anche per noi stessi e, alle volte,
siamo proprio noi a sorprendere gli altri comportandoci in modo che non si aspettano.

Osserva quotidianamente le tue reazioni al comportamento degli altri
e impara a non avere aspettative,
ad accettare te stesso e gli altri così come siete,
a rispondere con l’amore e con il perdono.

Allora vedrai come inizierai a godere la tua vita più liberamente.  

Per approfondimenti leggi il discorso di Gurdjieff sull’Arte di Perdonare e Abbandonare il Rancore.

Potete scrivere un commento per qualsiasi domanda, chiarimento, richiesta di suggerimento o condivisione in base alla vostra esperienza con l’esercizio, a cui saremo felici di rispondere per essere di supporto.

2 Comments
  • Giampietro
    Posted at 11:25h, 16 marzo Rispondi

    Sono rimasto affascinato da questo post…..anche perché rispecchia un esercizio che ho fatto su alcuni colleghi che proprio non potevo vedere…l’esercizio consisteva nel visualizzare per 10 minuti al giorno il volto del collega…subito appena mi immaginavo il suo volto mi arrivava un emozione negativa …ho lavorato su di essa …mandando amore a questa visualizzazione. ..ho continuato per circa un mesetto e..l’atteggiamento dei miei colleghi è cambiato drasticamente…erano diventati più buoni nei miei confronti…io stesso li ho trasformati dentro di me…e loro sono cambiati…il mondo è cone la nostra ombra …segue è si crea….a seconda di come noi lo percepiamo…

  • Shurta
    Posted at 14:58h, 16 marzo Rispondi

    Caro Giampietro, grazie molte per il tuo messaggio e per la tua preziosa condivisione.
    Sì, il nostro modo di sentire la vita e la nostra attitudine interiore hanno un’influenza su ciò che ci circonda.
    A questo proposito ti avviso che lunedì prossimo uscirà qui nel sito e anche sulla pagina facebook della Scuola un nuovo esercizio di Presenza legato alla stessa tematica del rapporto con gli altri, per andare più in profondità nel Lavoro.
    Se hai voglia sperimentalo e poi facci sapere come va 🙂
    Grazie e un caro abbraccio,
    Savino

Post A Comment