Essere Ordinario

“Essere semplicemente ordinari è un miracolo. 
Non desiderare di essere qualcun altro, è un miracolo.
Lascia che la natura segua il suo corso, falle strada!”

 

Una volta accadde: Bankei, un Maestro Zen, mentre lavorava nel suo giardino, vide arrivare un ricercatore che gli chiese: “Giardiniere, dov’è il Maestro?”

Bankei rise e rispose: “Passa da quella porta, là dentro troverai il Maestro.”

L’uomo entrò e all’interno vide Bankei seduto in poltrona: era lo stesso uomo che faceva il giardiniere all’esterno. Il ricercatore disse: “Stai scherzando? Scendi da quella poltrona! Non stai rispettando il Maestro!” Bankei si alzò, si sedette per terra, e disse: “Adesso non troverai più il Maestro su quella sedia, perché io sono il Maestro.”

Per quell’uomo era difficile capire che un grande Maestro poteva essere così ordinario.
Se ne andò…e perse quell’occasione.

Il giorno dopo Bankei stava tranquillamente predicando ai suoi, quando il suo discorso venne interrotto da un prete che apparteneva ad un’altra setta, la quale credeva nel potere dei miracoli.

Quel prete si vantava del fatto che il fondatore della sua religione riusciva, stando sulla sponda di un fiume con in mano un pennello, a scrivere un nome sacro su un foglio di carta tenuto dal suo assistente, che stava sulla sponda opposta del fiume. Alla fine chiese: “Che miracoli sai fare tu?”

Bankei rispose: “Uno solo. Quando ho fame, mangio e quando ho sete, bevo.”

——-

L’unico miracolo, il miracolo impossibile, è essere semplicemente ordinari.

La mente aspira ad essere straordinaria. L’ego è assetato di riconoscimenti. E questo è un miracolo: quando accetti il tuo essere nessuno, quando riesci ad essere tanto ordinario come chiunque altro, quando non chiedi riconoscimenti, quando esisti come se non esistessi. Il potere non è mai spirituale. La gente che fa miracoli non è affatto spirituale, sta solo diffondendo magia in nome della religione, e questo è molto pericoloso.

La tua mente dirà: “Che miracolo è mai questo? Quando ho fame, mangio e quando ho sonno, dormo.” Ma Bankei ha detto la verità. Quando TU hai fame, la mente dice: “Non ora, sto digiunando”. E quando non hai fame, lo stomaco è sazio, la mente dice: “Continua a mangiare questo cibo delizioso.” La tua mente interferisce sempre.

Bankei sta dicendo: “Io fluisco con la natura. Qualsiasi cosa senta la totalità del mio essere, la faccio. Non esiste una mente frammentaria che la manipola.”

Anch’io conosco un solo miracolo: lasciare che la natura segua il suo corso, assecondarla.

(Tratto da: “ROOTS AND WINGS” – Osho)

 

 

Vivi ora l`Esperienza 

 

No Comments

Aggiungi il tuo commento