CENTRARSI

“Resta centrato. Non lasciarti manipolare dalle opinioni degli altri e dai loro tentativi di spingerti da una parte o dall’altra. Non cadere al livello degli altri.”

 

Ai tempi di Buddha una volta accadde che una delle prostitute più belle e più famose si innamorò di un monaco buddhista, un mendicante…

La donna gli chiese di andare a casa sua e di stare da lei durante la stagione delle piogge, per i quattro mesi in cui i monaci buddhisti smettono di viaggiare. Il monaco rispose: “Devo chiedere al mio Maestro. Se mi lascia, verrò.”

Gli altri monaci si ingelosirono molto. Quando il giovane arrivò da Buddha e fece la sua richiesta, molti lo udirono. Si alzarono tutti in piedi e dissero: “E’ una cosa sbagliata. Anche il solo aver permesso a quella donna di toccarti i piedi è stato un errore, perché Buddha ha detto: ‘Non toccare le donne, non permettere a nessuna donna di toccarti’. Hai infranto questa regola… ed ora chiedi di stare con quella donna per quattro mesi!”

Ma il Buddha disse: “Vi ho detto di non toccare le donne, di non essere toccati da nessuna donna, perché ancora non siete centrati. Per quest’uomo quella regola non vale più. L’ho osservato, egli non fa più parte della folla.” E disse al monaco: “Sì, hai il mio permesso.”

Questo era troppo! Non era mai successo in precedenza. I discepoli erano tutti infuriati, e per mesi girarono migliaia di pettegolezzi che esageravano quanto accadeva nella casa della donna chiamata Amrapalli…si diceva che quel monaco non era più un monaco, che era caduto.

Quattro mesi dopo il monaco tornò seguito da Amrapalli. Buddha li guardò e disse: “Donna, hai qualcosa da dirmi?”

E lei disse: “Sono venuta per essere iniziata da te. Ho cercato di distrarre il tuo discepolo, non ci sono riuscita. Questa è la mia prima sconfitta. Ho sempre avuto successo con gli uomini, ma non sono riuscita a distrarre lui, nemmeno di un soffio. E anche in me è sorto un gran desiderio: come ottenere per me stessa questa centratura.

Ha vissuto con me, ho danzato davanti a lui, ho cantato per lui, ho cercato di sedurlo in tutti i modi possibili, ma egli è sempre rimasto sé stesso. Neppure per un solo istante ho visto un’ombra nella sua mente, o un desiderio nei suoi occhi. Ho cercato di convertirlo, ma lui ha convertito me, e senza dire una sola parola. Non è lui ad avermi condotta qui, sono venuta da sola. Per la prima volta ho conosciuto la dignità. Vorrei impararne l’arte.” E quella donna divenne discepola di Buddha.

——-

Quando si è conosciuto Turiya, il quarto stato, non vi è più distrazione, in questo caso si può vivere ovunque.

Non cercare di cambiare le circostanze della tua vita, cerca di cambiare il tuo atteggiamento. Utilizza le situazioni esterne per cambiare il tuo stato interiore.
Cambiare la situazione non è un grande cambiamento, stai prendendo in giro te stesso e il mondo. La vera religione consiste nel cambiare lo stato di consapevolezza.

Cerca un livello superiore. Quando avrai conosciuto le possibilità più elevate della tua energia, quelle più limitate iniziano a sfumare da sole. Questa è la vera religione.

(Tratto da “The sun rises in the evening” – Osho)

 

 

Vivi ora l`Esperienza 

 

 

 

No Comments

Aggiungi il tuo commento