Meditazione

Meditazione

“Sii attento ad ogni cosa. Non esistono il grande e il piccolo.
Tutto è divino. Puoi trovare Dio ovunque.”

“Un discepolo, dopo aver fatto pratica per un certo periodo, andò a trovare Ikkyu. Pioveva e quando entrò lasciò sulla soglia le scarpe e l’ombrello. Dopo che il discepolo lo ebbe riverito, Ikkyu gli chiese da che lato delle scarpe avesse lasciato l’ombrello.

Che domanda è mai…? Ci si aspetterebbe che i Maestri chiedano di Dio, della kundalini che sale, dei chakra che si aprono, delle luci che ti si accendono in testa! Ma Ikkyu fece una domanda molto comune. Cosa c’entrano con la spiritualità scarpe ed ombrelli?

Ma in questa domanda è racchiuso qualcosa di immenso valore; la domanda ha un senso. Ma il discepolo non riusciva a ricordarlo:a chi importa dove hai lasciato le scarpe e da che parte hai messo l’ombrello?

Ma quel fatto fu sufficiente: il discepolo venne respinto. Ikkyu disse: “In questo caso torna a meditare per altri sette anni.”

“Sette anni!” chiese il discepolo “Solo per questo piccolo errore?”

“Gli errori non sono né piccoli né grandi” disse Ikkyu, “Non stai vivendo in meditazione, ecco tutto.”

——– 

Non fare distinzione tra le cose dicendoti: questo è banale e quest’altro è molto spirituale. Stai attento, osserva bene, e tutto diventa spirituale. Se non presti attenzione, se non stai attento, nulla è spirituale.

Sei tu a rendere le cose spirituali, la spiritualità è il tuo dono dal mondo. Quando un Maestro come Ikkyu tocca il suo ombrello, l’ombrello è divino come qualsiasi altra cosa. L’energia meditativa è alchemica; continua a trasformare le cose più banali in cose superiori. Sbuccia un’arancia come se dirigessi una sinfonia ed entrerai sempre di più dentro di te. Più diventi meditativo, più vedi Dio ovunque. Sulla vetta suprema, tutto è divino.

(Tratto da “Take it easy”, vol. II – Osho)         

        

No Comments

Post A Comment