Movimento 37: musica di Gurdjieff al pianoforte

“Il metodo che aveva Gurdjieff per creare nuovi esercizi aveva una spontaneità viva, ed era il segreto del suo successo come insegnante. Mentre i nuovi allievi praticavano sul palcoscenico, alcuni dei Russi si incontravano attorno al pianoforte, ove sedeva Thomas de Hartmann con il suo capo calvo sollevato come quello di un uccello. Gurdjieff incominciava a battere un ritmo sulla parte superiore del pianoforte. Quando questo era chiaro per tutti, egli mormorava una melodia o la suonava sul pianoforte con una sola mano e poi se ne andava. De Hartmann sviluppava un tema che si adattasse al ritmo ed alla melodia…..” – John G. Bennett

 

 

 

Vivi ora l`Esperienza 

 

No Comments

Aggiungi il tuo commento

Verifica Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.