Imparando a digerire le impressioni possiamo elevare il nostro Essere

impressioni-murice-nicoll-livelli-essereLa volta scorsa, dopo che si erano lette le risposte alle prime tre domande, si è detto qualcosa sulla conversazione di Birdlip del sabato precedente, in cui ho parlato della digestione delle impressioni. Può essere opportuno dire qualcosa di più su questo soggetto molto importante.

Abbiamo spesso parlato della trasformazione delle impressioni. Sapete tutti che il Lavoro fa notare continuamente come riceviamo impressioni in ingresso. Il Lavoro insegna che le impressioni sono il cibo più elevato che introduciamo e perciò il più importante. Si è detto spesso che tutto ciò che vedete, tutto ciò che udite, le persone che conoscete, i libri che leggete, entrano sotto forma di impressioni. Le altre persone sono per voi impressioni. Le toccate, le vedete, le udite, e via di seguito.

Ora, il primo luogo di lavoro su di sé è designato come il luogo del Primo Shock Cosciente. Il significato di Primo Shock Cosciente, che è talvolta chiamato in termini generali Ricordo di Sé, è la trasformazione delle impressioni.

Potete accettare alcune impressioni e respingerne altre, proprio come il cibo ordinario che entra nel corpo come Idrogeno 768 può essere accettato o respinto dallo stomaco. Allora, in primo luogo vi è l’accettazione o il rifiuto di impressioni, e poi viene la digestione delle impressioni, che è esattamente paragonabile alla digestione del cibo in cui estraete, per così dire, alcune parti, ed eliminate o vi sbarazzate di altre.

Creare uno stomaco giusto nel compartimento superiore della casa a tre piani è l’obiettivo di questo Lavoro.
Il Lavoro può formare, quando è compreso sufficientemente, uno stomaco che rifiuta o accetta, ovvero, uno stomaco che digerisce. La trasformazione delle impressioni è esattamente paragonabile alla trasformazione del cibo nello stomaco. Il cibo è preso e digerito, ovvero è trasformato in materie sempre più fini. Ricordate che 768 passa a 384 e poi a 192, e via di seguito. Le impressioni entrano nella macchina umana nel piano superiore come 48 e possono essere trasformate in 24 e 12.

Il Lavoro però insegna che ciò non avviene ordinariamente, se non in quantità molto piccole. Quando incominciate a divenire attivi nei confronti della vostra vita, quando incominciate a prendere spesso le cose dal punto di vista del Lavoro e non da un punto di vista naturale o meccanico, incominciate a digerire le impressioni.

L’idea della trasformazione o digestione delle impressioni la si trova nei Vangeli, come già sapete. Dobbiamo prendere ogni cosa in un modo nuovo. Le persone ordinarie prenderanno le cose in modo ordinario, ma nel Lavoro dobbiamo prendere le cose in un modo nuovo.

Questo è quello che nei Vangeli era chiamato μετανοια. Come sapete, molte persone hanno scritto a proposito del significato di questa strana parola, che è tradotta in maniera così sbagliata come pentimento. De Quincey suggeriva “trasformazione della mente”. Suppongo che vi siate tutti resi conto che prendete un’impressione attraverso la forma attuale della vostra mente. Vedete le cose, per così dire, attraverso il vostro apparato mentale.

Prendete una persona molto semplice, non educata mentalmente che veda un elefante. Probabilmente dirà: “Puah!”. Forse comprendete che cosa intendo dire. Avete tutti atteggiamenti mentali, apparati mentali per la ricezione. Una serie di idee che prendete come completamente veritiere, come completamente giuste, vere, e via di seguito.

Quando divenite più educati, la vostra mente cambia in una piccola misura, quindi si trasforma leggermente. Ciò che in precedenza pensavate fosse impossibile, o sbagliato, adesso vi rendete conto che non era come pensavate.

Ciascuno è limitato dal proprio modo di pensare. Naturalmente, non ve ne rendete ancora conto.

Per una qualche ragione, pensiamo di avere già tutti i punti di vista, tutti i pensieri possibili. Ciò è completamente sbagliato. Ciascuno di voi è limitato completamente e totalmente dalla piccola gamma di pensare che avete acquisito con i vostri pregiudizi e atteggiamenti mentali, e via di seguito. La vita appare come appare a voi per via del vostro livello mentale. Non potete prendere le cose in modo nuovo salvo che cambi il modo in cui pensate, salvo che cambi il vostro livello mentale. Come ho detto, è straordinario che tutti noi pensiamo di essere in grado di accogliere ogni tipo di esperienza o di comprendere qualunque cosa così come siamo.

Vi rendete conto che non abbiamo l’apparato, il potere di ricezione, per comprendere al di là del nostro limitato punto di vista mentale e delle nostre limitate funzioni mentali?

Ora, μετανοια (tradotto così erroneamente come pentimento) significa andare al di là della propria mente attuale, non spegnere la propria mente, ma andare al di là della propria mente attuale, trasformare l’intero modo di pensare a proposito di se stessi, delle altre persone, e via di seguito.

Una nuova mente in un nuovo corpo significa lo sviluppo di una comprensione completamente differente che conduce alla formazione di un secondo corpo.

Il Lavoro vi insegna nuove idee sul significato della vita in generale e sulla vostra stessa vita. Salvo che queste idee siano assimilate e pensate individualmente, la vostra mente rimarrà esattamente lo stesso tipo di cumulo di sterco che è al momento. Avete spesso udito l’espressione che questo Lavoro è per farci pensare e pensare in modo nuovo. Ora, prendete quest’espressione e applicatela a ogni punto nei Vangeli in cui si utilizza la parola pentirsi. Supponiamo che fosse già tradotto come “pensare in un modo nuovo”. Allora vi renderete forse conto di come il Lavoro sia studiato per cambiare l’intero arredamento della mente e riaggiustare l’intero essere mentale.

Ora, per quanto attiene la digestione delle impressioni, la digestione delle impressioni dipende da uno stomaco, e lo stomaco in questo caso è il Lavoro. Il Lavoro serve a darvi uno stomaco mentale con cui digerire le impressioni. Potete digerire la vostra giornata solo se avete qualcosa con cui digerire, qualcosa che si sia stabilito in voi mediante l’assimilazione, il consenso e la valutazione del Lavoro. Quando riferite le cose al Lavoro, troverete immediatamente qualcosa che vi aiuterà ad aggiustare nel modo giusto le vostre impressioni quotidiane. Imparerete a prendere in modo leggero cose che le persone ordinarie prendono in modo molto negativo e pesante, e imparerete anche a prendere in modo serio cose che le persone ordinarie prendono molto alla leggera.

Facciamo un esempio: Qualcuno vi parla in un modo che non vi piace, sentite sorgere in voi le reazioni meccaniche, sentite quanto questa persona non vi piace e via di seguito. Supponiamo adesso che vi identifichiate con queste tipiche reazioni meccaniche, il che significa che consentite alla sensazione di “Io” di andare in queste reazioni meccaniche che sono sorte automaticamente in voi, così da dire: “Non sopporto questo”, oppure “Non riesco a reggere questo”, oppure “Non mi piace affatto questo tipo di persona che ha un tale aspetto, che si comporta in questo modo”, e via di seguito. Ebbene, naturalmente, se ciò succede, non state trasformando impressioni, non state affatto lavorando su voi stessi.

Facciamo un altro esempio: succede che una persona che non vi piace meccanicamente vi dica qualcosa della cui verità vi rendete conto. Può darsi che disprezziate questa persona, parlando in termini meccanici, ovvero da un punto di vista della vita, tuttavia, questa persona ha detto qualcosa che penetra in voi. Ora, potete ritenere ridicolo che una persona di questo genere possa dirvi qualcosa che abbia il minimo valore, probabilmente perché pensate di essere molto meglio, tuttavia allo stesso tempo qui vi è qualcosa che dovete accettare e digerire. Ciò che dovete espellere sono i vostri sentimenti di disprezzo e via di seguito. Di solito, scoprirete che i vostri migliori consiglieri, le vostre migliori fonti di conoscenza, sono persone che normalmente non prendereste affatto in considerazione.

Penso sempre che sarebbe molto interessante riflettere a fondo sul fatto che Gesù Cristo è nato in una mangiatoia, il luogo di minore importanza dal punto di vista della vita. Poiché sto parlando di questo soggetto, vorrei citare qualcosa che è stato detto molto tempo fa, un’espressione che non è usata da molto tempo. Cercate di vedere su che cosa vi poggiate, tutti voi. Cercate di vedere la base della vostra auto-soddisfazione. Comprenderete che salvo che questa base sia completamente distrutta non può avvenire alcun cambiamento di essere.

Ora, da questi esempi che ho fatto potete rendervi conto chiaramente che se le impressioni entrano e risuonano nel luogo abituale non vi può essere alcuna digestione di impressioni. Non state cercando di trasformare le impressioni. Potete parlare un bel po’ del Primo Shock Cosciente, ma non lo state praticando perché il Primo Shock Cosciente è trasformare le impressioni.

Supponiamo adesso che siate sufficientemente interessati e sufficientemente coscienti da accorgervi come queste impressioni cadano meccanicamente su di voi, e che diate sufficientemente valore al Lavoro dal desiderare di trasformare queste impressioni, il che significa non lasciarle semplicemente cadere nel loro luogo abituale, risvegliando i vostri abituali “non mi piace” e odi. Per fare questo, dovete avere un qualche potere di digerire le impressioni, e qui è dove interviene il Lavoro.

Sapete che il Lavoro sostiene che le persone sono meccaniche. Ora, supponiamo che applichiate un’idea di Lavoro di questo tipo al momento in cui vi accorgete che qualcuno sta facendo un’abituale impressione negativa su di voi. Se comprendete qualcosa di che cosa si intende quando si dice nel Lavoro che le persone sono meccaniche, allora non accetterete l’impressione così facilmente. Vi renderete conto che non è colpa della persona. Vi renderete conto che la persona fa sempre così, dice sempre questo, perché è una macchina. Naturalmente, però, sapete già tutti che non vedrete mai nel modo giusto la meccanicità di altre persone, salvo se vedete la vostra stessa meccanicità e come voi facciate costantemente la stessa cosa. Forse vi renderete conto di che cosa intendo con queste illustrazioni di trasformazione delle impressioni.

Se avete questo pensiero-Lavoro in connessione con questa persona , l’impressione andrà a depositarsi in voi in un nuovo luogo. Sarà digerita.

In primo luogo, però, dovete avere un nuovo modo di pensare, un qualche grado di μετανοια, prima di poter trasformare o digerire queste impressioni. Se potrete farlo, vi troverete a entrare in un sentiero molto strano che per molto tempo non potrete comprendere. E’ possibile che possiate tendere a ritornare ai vostri vecchi modi di pensare perché non riuscite a comprenderlo, ma se lo fate sarà un grave errore. Pensare in un nuovo modo su altre persone significa che voi stessi state incominciando a cambiare e quando incominciate a cambiare percepirete che state perdendo voi stessi di vista. Se però rimanete in vista di voi stessi, ovvero, se rimanete sempre dove eravate, non potete cambiare.

Per cambiare, dovete perdere le vostre percezioni ordinarie di identità.
Per esempio, se intendo cambiare, non posso rimanere il Dr. Nicoll, e neppure Nicoll. Cambiamento di essere, cambiamento di se stessi, significa che divenite molto differenti. Ora, se applicate il Lavoro come agente di trasformazione alla vostra vita, a voi stessi, e alle persone attorno a voi e alle impressioni che creano in voi, incominciate a cambiare. Il Lavoro è fatto per farvi cambiare. Prendere le cose in un modo nuovo, ovvero dagli insegnamenti del Lavoro, deve far cambiare del tutto il vostro modo di relazionarsi con gli altri, ma ciò non succederà salvo se digerirete le impressioni mediante l’alchimia del Lavoro.

Adesso parlerò della digestione delle impressioni alla fine della giornata. Se potessimo lavorare più coscientemente, digeriremmo le impressioni nel momento in cui le riceviamo, poiché però non abbiamo questa capacità, poiché non siamo ancora abbastanza coscienti, possiamo digerire le impressioni che riceviamo durante le ore notturne o anche il giorno successivo. Ovvero, possiamo riaggiustarle nella nostra mente nei termini di ciò che il Lavoro ci insegna essere bene o male. Ricordate che nel Nuovo Testamento si dice che non dovremmo lasciare tramontare il sole sulla nostra collera. E’ importante come andiamo a dormire, ed è altrettanto importante come ci alziamo. I momenti passati nel sonno, i passati momenti di identificazione con gli “Io” sbagliati in noi stessi possono essere in una certa misura cancellati dall’esaminare coscientemente l’intera situazione nella nostra mente in un momento successivo.

Non dovete mai pensare di non poter lavorare su una cosa del vostro passato. Non pensate mai di non poterla modificare. Potete alterare il presente, potete alterare il passato, e potete alterare il futuro.

Ora vi dirò una delle idee più importanti dell’insegnamento di questo Lavoro.

Questa vita sulla terra non può essere compresa se non in termini di un’altra vita, di un altro mondo. Tutto ciò che questo Lavoro insegna ha a che vedere con l’educarci in termini di un’altra vita, di un altro livello di essere, di un altro livello di umanità chiamata umanità cosciente. Questa è una delle più grandi idee di trasformazione contenute nel Lavoro. Sapete che dobbiamo incominciare a imitare un livello più elevato di umanità. Siamo tutti nel sottoscala, ma possiamo salire fino al salotto. Tutto l’insegnamento del Lavoro circa la non-identificazione, circa le emozioni negative, circa il ricordo di sé e tutto il resto, ha a che vedere con il salire ai piani superiori. Naturalmente, se si prende questa vita e tutto ciò che avviene in essa come la sola cosa, e non si ha nessuna idea che vi sia qualcos’altro, non si sarà mai in grado di trasformare le impressioni. Si rimarrà sempre sotto le influenze A.

Birdlip, 10 ottobre 1943 – LA DIGESTIONE DELLE IMPRESSIONI
di Maurice Nicoll

Vivi ora l`Esperienza

No Comments

Aggiungi il tuo commento

Verifica Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.